SocialMediaLife.it

Come guadagnare con YouTube: le Partnership Alternative

Non tutti gli utenti registrati al famoso sito di videosharing possono ottenere la partnership, Buzzmyvideos è la soluzione. Se la democrazia mediatica non esiste allora creiamola.

Diventare partner di YouTube è un pò l’ambizione di tutti i videomaker iscritti al suddetto sito, ma certamente non una funzione a portata di tutti. Le regole del sito di videosharing più cliccato al mondo, da qualche anno a questa parte, sono un pò cambiate. Ai primordi diventavano partner solo chi veniva contattato dal sito stesso, era quindi un’elite di privilegiati. Le cose poi col passare del tempo son cambiate permettendo a tutti coloro che avevano un canale di richiedere la partnership (accettazione a discrezione dello staff, ovviamente). Oggi, è davvero difficile ottenerla, prima di tutto perché bisogna avere un totale standard di visualizzazioni nonché un numero di iscritti non troppo basso. In secondo luogo perché in passato le richieste sono state troppe.

Quindi, noi comuni youtubers, non potremo mai sperare in un guadagno dai nostri video? Uno spiraglio c’è. L’alternativa si chiama Buzz My Videos, una piattaforma di affiliazione dove una volta fatta richiesta, se accettata, riceveremo (quasi) tutti i privilegi di un account partner.

Ovviamente non saremo partner diretti di YouTube, ma dei sub affiliati che guadagneranno dalla piattforma Buzz My Videos. Affinché la nostra richiesta sia accettata e poter usufruire di tutti i benefici sarà però necessario avere un minimo di 100 visite al giorno. Una volta raggiunta tale soglia avremo una serie benefit quali:

Insomma non è male come alternativa, democraticamente è giusto trovare alternative se i nostri contenuti ci sembrano davvero originali. A mio avviso è sconcertante il fatto che la monetizzazione per singolo video su YouTube non sia ancora disponibile nel nostro Paese.

Non vi pare che siamo sempre gli ultimi ad aggiornarci? Convertiamoci gente! Cerchiamo vie alternative per i nostri guadagni.

Ivana Cosentino

 

Exit mobile version