Twitter

Isis: a volte è solo a lupo a lupo?

L’Isis non smette di minacciare l’occidente: da pochi giorni infatti nel mirino è finito Twitter e il suo fondatore.

Usato come primario mezzo di comunicazione, oggi Twitter è finito nel mirino dell’Isis e del suo califfato. Jack Dorsey e i suoi dipendenti, infatti, sono stati minacciati di morte da parte di un gruppo di estremisti islamici con un testo in arabo. Il team di Twitter sta collaborando con la polizia per rintracciare la provenienza del messaggio, soprattutto, controllarne la veridicità.

Fondatore e dipendenti di Twitter minacciati dall'Isis

La rabbia scatenatasi contro il social network è dovuta al suo (normale) compito di controllo e vigilanza: a detta dei Jihadisti, Twitter ha cancellato troppi tweet ed a bloccato troppi account (e pure, in questo articolo, emergeva tutt’altro).

Proposta

Se non fosse che questi pseudo-religiosi stanno arrecando morte e distruzione a pochi passi da noi, verrebbe da dire “a lupo a lupo”: si perchè costoro stanno facendo della comunicazione on line un vero e proprio trampolino di lancio per battaglie, offensive e reclutamento.

Però c’è anche da dire che Michele Serra ha ragione quando scrive:

Twittando – a morte Twitter – il jihadista certifica la propria integrale subalternità all’occidente, più imitato che negato, più invidiato che odiato.

Michele Serra scrive sulle minacce a Twitter

Cosa farebbero infatti questi signori del terrore se non avessero il collegamento a internet per diffondere i loro video? Come farebbero arrivare i loro messaggi di morte se non ci fossero piattaforme come Twitter o Facebook?

A voi il verdetto: fermo restando che costoro sono bestie, bloccarli almeno dal punto di vista della comunicazione sarebbe un gioco da ragazzi. Ah in tutto ciò, chapeau a Monica Maggioni e alla redazione di Rai News 24 che hanno deciso di non mandare più in onda i video di questi folli: “show must go on” ma fino ad un certo punto!

Francesca Lizi

Tags

Francesca Lizi

Laureata in Scienze della Comunicazione e in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione di Impresa, impegnata nel sociale come Volontaria della Croce Rossa Italiana. Da sempre appassionata di Social Media! Seguimi su:

Related Articles

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close