SocialMediaLife.it

Google compra Zuckerberg

Ho appena scoperto che ora sono una dipendente di Google. Non mentirò… è abbastanza imbarazzante, ma sono anche molto fiera di far parte del team di Wildfire in questo giorno entusiasmante.

Queste le parole che Arielle Zuckerberg, sorella del più noto Mark, ha postato sul suo profilo Facebook in seguito alla notizia che Google avesse acquistato Wildfire, la società di marketing presso cui lavora.

Wildfire è nata soltanto quattro anni fa, dall’idea dei co-fondatori Victoria Ramsom e Alain Chuard, ed è specializzata nella creazione di applicazioni per il marketing e di contest sui principali social network (Facebook, Twitter e LinkedIn, ad esempio).

Inoltre collabora con importanti imprese come Virgin, Cique du Solelil, Gilt Group e Spotify.

La notizia dell’acquisto è sul blog di Google stesso:

“today we’re happy to share that the Wildfire team will be joining Google”

Si tratta di un episodio rilevante nella sfida a distanza tra i due social network Google Plus e Facebook. Basti pensare che Wildfire gestisce parte del marketing del network di Zuckerbeg, e di  conseguenza Big G avrà la possibilità di controllare e conoscere nei dettagli le strategie pubblicitarie del suo principale concorrente (e non dimentichiamo come secondo ACSI la presenza della pubblicità in Facebook è stato valutato come un fattore negativo che avvantaggiava Google Plus)

Inoltre, non è da escludere, che l’acquisto di Wildfire sia il primo passo verso l’introduzione della pubblicità nel social network di Mountain View, anche se al momento Google parla solo della possibilità di nuove opportunità  per i suoi clienti:

“With Wildfire, we’re looking forward to creating new opportunities for our clients to engage with people across all social services. We believe that better content and more seamless solutions will help unlock the full potential of the web for people and businesses”

Vincenzo Ferrara

Exit mobile version