SocialMediaLife.it

LinkedIn Lookup, il tool per agevolare la collaborazione in azienda

Lo strumento di LinkedIn utile per facilitare il lavoro in azienda grazie alla collaborazione tra dipendenti e coworkers.

Il tool era stato lanciato ufficialmente da LinkedIn durante l’Estate 2015, con una versione precipuamente mobile. Quella che vi presento in questo articolo riguarda invece la versione desktop, disponibile per chiunque si sia registrato a LinkedIn con un’email aziendale (classico dominio @nomeazienda.com) o se proprietario di una Company Page all’interno di LinkedIn (che a breve diventeranno Company Profile, come descritto in questo articolo).

Come è facile intendere a partire dall’intro, LinkedIn Lookup ha lo scopo di facilitare l’incontro tra coworker, sulla base di titolo professionale o ruolo, esperienze e competenze. Uno spazio cloud dedicato al team working, ma all’interno della piattaforma di social networking professionale per eccellenza.

Una volta aderito alla piattaforma (ah, per la cronaca, io ho ricevuto un’invito ufficiale via e-mail), LinkedIn Lookup vi chiederà alcune fondamentali informazioni atte a creare l’ambiente necessario alla collaborazione all’interno del contesto lavorativo in cui attualmente si sta operando.

Si parte infatti dall’e-mail aziendale con cui ci si è registrati o, come nel mio caso, da quella collegata a uno dei Company Profile di cui si è proprietari, amministratori o moderatori (in pratica, alle Pagine Azienda a cui si è in quale modo posti in relazione). L’inserimento dell’indirizzo di posta elettronica è imprescindibile all’attivazione di LinkedIn Lookup, perché serve anche a ricevere un pin di 4 cifre da inserire successivamente come verifica.

Altro dato importante è il Numero di Telefono (anche più di uno), ma non obbligatorio (si può decidere di saltare la compilazione cliccando sul pulsante Next).

Infine il codice di 4 cifre ricevuto via email, da inserire per convalidare il proprio account e accedere a LinkedIn Lookup.

A questo punto sarà possibile scegliere il nome del gruppo di lavoro per creare il team (io, per comodità, ho inserito “Social Media Life Bloggers”, ma si può decidere di inserire o meno il nome del team).

Cliccando sul pulsante Next, si potranno aggiungere poi i membri che faranno parte della squadra (o anche saltare lo step, e ritornarci in seguito).

Una volta cliccato su Save, le impostazioni iniziali saranno salvate e sarà possibile inviare o meno un messaggio di notifica ai membri precedentemente aggiunti al team.

Infine l’accesso alla Home Page di LinkedIn Lookup.

La schermata si presenta molto semplice e intuitiva. Oltre alla possibilità di attivare un sistema di notifiche e di inviare il link allo smartphone per installare la versione mobile, LinkedIn Lookup presenta un box di ricerca mediante il quale trovare collaboratori e team di lavoro, e un menù di navigazione (in alto a destra) tramite il quale, oltre a tornare sulla Home di ricerca, sarà possibile accedere ad alcune semplici funzionalità, come il Centro Messaggi, dove visualizzare i Messaggi inviati e ricevuti da coworker attuali e passati (nel case abbiate rimosso o modificato il tipo di relazione di un utente LinkedIn con la vostra Company Page) o inviarne di nuovi,

oppure accedere al vostro Pannello di controllo personale, recante una lista di informazioni sintetiche raggruppate per Titolo Professionale (appena sotto la foto di profilo), Esperienze di lavoro (Experiences), Titoli Culturali (Education), Competenze (Skills – quelle più “votate” dai nostri contatti LinkedIn in fase di endorsement), Team di Lavoro (Teams) su LinkedIn Lookup e Informazioni Aziendali (Company Info). Chiaramente, tutti dati mostrati sono ricavati automaticamente attingendo alle informazioni presenti sul profilo personale di LinkedIn e su quello della Pagina Aziendale. Si può editare il tutto, aggiornare le informazioni e aggiungere altri Team di coworker.

Ultimo strumento a disposizione degli utenti, la sezione Impostazioni, mediante la quale sarà possibile, tra le altre, sfruttare il comando Cambia Azienda (Change Company), nel caso in cui si sia in possesso di più pagine e si voglia coordinare diversi team di lavoro all’interno di ogni singolo spazio virtuale aziendale.

Se foste colti da un’irrefrenabile curiosità d’uso, potete accedere a LinkedIn Lookup cliccando qui.

Tommaso Lippiello

Exit mobile version