Facebook

News in casa Facebook: dalle Gif ai pagamenti su Messenger

Due grandi novità per Facebook: la possibilità di inviare pagamenti tramite l’applicazione Messenger e le immagini Gif che ora possono essere finalmente incorporate nei nostri status!

Facebook ha annunciato due importanti aggiornamenti, per rendere la sua piattaforma sempre più onnicomprensiva e permettere all’utente una esperienza totale.

Si parte con il perfezionamento della possibilità di inviare denaro tramite la sua applicazione Messenger, funzionalità introdotta nel mese di marzo. Ora pare che la funzionalità sia stata estesa a tutta l’area metropolitana di New York.

Inviare denaro con Facebook Messenger

Proposta

Gli aggiornamenti sono finalizzati a facilitare il processo di trasferimento di fondi tra amici, e un portavoce di Facebook si è così espresso:

Ora nelle vostre conversazioni su Messenger sarà possibile inviare un pagamento. Il mittente può quindi confermare il pagamento prima dell’invio. Questo trasferimento avverrà attraverso collegamenti ipertestuali automaticamente in Messenger.

Passiamo alla seconda novità. Meglio tardi che mai, Facebook sembra essere finalmente in grado di supportare immagini GIF. Anche se la soluzione è ancora in fase di testing.

Dopo una falsa partenza nel 2013, quando Giphy fu introdotto come una soluzione tampone (da Giphy partono le Gif, ma nel passaggio su Facebook si trasformavano in formato Flash) ora pare che finalmente Facebook sia in grado di supportare questo formato.

Sergio Menichini

Tags

Sergio Menichini

Studi economici, una grande passione per il marketing sfociata in un master in marketing e service management. Poi è arrivata la rivoluzione 3.0 dei social network e me ne sono invaghito. Amo seguire tutte le fan page aziendali e lo stile comunicativo delle aziende. Ascoltare, partecipare, interagire, condividere, coinvolgere, questo è comunicare!

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close